COME ELIMINARE LA MUFFA DAI MURI

COME ELIMINARE LA MUFFA DAI MURI

Prima di elencarvi cosa bisogna fare per eliminare la muffa scopriamo insieme cos’è la muffa!

Che cosa è la muffa

La muffa è un fungo microscopico che per vivere ha bisogno di una temperatura tra i 15° e 30° gradi. Per riprodursi genera delle spore che si diffondono nell’ambiente e sulle superfici. Le muffe possono essere velenose o prelibate come ad es. quella dei formaggi. La muffa è generalmente usata nella medicina come modello in esperimenti di biologia.

Cosa bisogna fare per eliminare la muffa

ANALIZZARE CHE TIPO DI MUFFA VUOI ELIMINARE: valutare la causa.

Le cause possono essere diverse, continua a leggere per scoprire le principali.

La più comune è la mancanza di riciclo d’aria che si riesce a valutare andando a calcolare i ponti termici di una struttura. Il ponte termico è la differenza di temperatura che si crea tra l’interno e l’ esterno di un edificio. Questa differenza crea una temperatura di rugiada che attraverso delle nebulizzazioni si trasforma in muffa.

Un ‘altra causa potrebbe essere dovuta ad attività casalinghe che quotidianamente si svolgono in casa come ad es. l’asciugatura dei panni che comporta umidità e, non trovando via di fuga, si deposita sulle superfici e si crea la muffa.

Infiltrazioni nell’edificio dovute a guasti o terrazzi coibentati male. Questo permette all’acqua di passare nella muratura creando le classiche macchie scure tipiche della muffa.

COME INTERVENIRE

Se hai scoperto qual è la causa e vuoi eliminare la muffa per sempre devi adottare delle soluzioni per eliminarla. Insieme ad un professionista, esperto del settore, potresti creare dei metodi per creare ricicli d’aria nella struttura. Se la causa è dovuta a metodi casalinghi bisognerà semplicemente adottare delle soluzioni diverse per l’asciugatura dei panni o lasciare le finestre aperte affinché si crei un riciclo d’aria utile a far uscire l’umidità.

Se NON hai la possibilità di adottare queste alternative allora dovrai sacrificarti qualche volta durante l’anno e procedere alla pulizia con appositi prodotti rimuovendola dalle superfici interessate e se non è sufficiente è necessario prima sanificare l’area e dopo procedere alla pitturazione con la pittura più adatta. A tal proposito scopri la verità sulle pitture termiche.

Anche tu utilizzi la candeggina per eliminare la muffa? LEGGI IL RISCHIO CHE STAI CORRENDO

La candeggina è un elemento  che, se inalato, può comportare irritazioni alle mucose, tosse, bruciore agli occhi e problemi respiratori. Utilizzata a secco sulle pareti vai ad impregnarle ed espone ad un rischio di intossicazioni chi vi ci abita.

Utilizzare la candeggina per eliminare la muffa è un metodo non valido in quanto non stai eliminando la causa del fungo bensì la stai rimuovendo solo superficialmente e dopo settimane mesi, questa ricompare. L’unico caso in cui la candeggina elimina definitivamente la muffa è quando la causa viene rimossa. Ad esempio vi era una perdita dovuta ad un guasto della tubatura che è stata sostituita.

Inoltre, la candeggina corrode la vernice causa, quindi, un ulteriore danno.

Se proprio non avete possibilità di rimuovere la causa, allora, il nostro consiglio è quello di utilizzare prodotti non tossici esistenti sul mercato e realizzati appositamente con lo scopo di rimuovere la muffa.

IGENA DETERGENTE LT 0,25Igena Detergente Antimuffa

ADDITIVO IGENA ANTIMUFFA LT 0,250 (MM)Additivo Igena Antimuffa

In ogni caso è sempre buona abitudine utilizzare DPI (dispositivi di protezione individuale) per proteggere le vie respiratorie e la pelle da eventuali prodotti corrosivi.